Varicocele - Andrologia - Dottor Marco Cosentino

Cos’è il varicocele?

È la dilatazione varicosa delle vene che portano il sangue al testicolo. Può provocare una riduzione del volume dei testicoli e danni alle cellule che producono gli spermatozoi che possono portare all’infertilità.

Il varicocele non comporta necessariamente l’infertilità, ma può esserne la causa. È una patologia che colpisce il 35% delle persone affette da infertilità primaria (quando nessun concepimento ha mai avuto luogo) e il 70/80% delle persone con infertilità secondaria (quando un concepimento precedente è avvenuto). Nel 15% dei casi non ha effetti sulla fertilità.

C’è un rimedio al varicocele?

Esistono diverse metodiche di trattamento del varicocele. Tra queste, il trattamento chirurgico, che consiste nella legatura microchirurgica delle vene spermatiche, è diventato negli ultimi 10 anni la pratica di elezione nei centri andrologici di eccellenza. In Italia non sono molti gli andrologi che praticano questa tecnica, che richiede una profonda conoscenza della microchirurgia, la dotazione tecnologiche, grande abilità e lunga esperienza.

Quali vantaggi presenta la legatura microchirurgica?

In base a molti studi di confronto tra le varie tecniche impiegate, la legatura microchirurgica risulta la più sicura, con migliori risultati e meno complicanze post-operatorie. La prima finalità del trattamento del varicocele deve essere il miglioramento dei parametri seminali, evitando le complicanze. A differenza di altri trattamenti, quali l’embolizzazione e la sclerotizzazione, la microchirurgia consente di legare selettivamente tutte le vene spermatiche e, grazie all’utilizzo del microscopio, di identificare e risparmiare i vasi linfatici e l’arteria spermatica. Questa tecnica permette inoltre di avere una bassissima percentuale di recidiva (1% circa).

È un trattamento doloroso?

Affatto. L’analgesia post-operatoria, la copertura dal dolore post-operatorio di certi anestetici orali suole essere più prolungata rispetto a certe anestesie “tradizionali”. Ha una durata di circa 1 ora - ora e mezza, è un intervento completo e certosino; il paziente esce dalla sala operatoria camminando e ritorna immediatamente alla normale vita quotidiana, solo deve evitare sport o sforzi fisici per 2 settimane ed assumere il trattamento indicato.